Viaggi

GRANDE CAUCASO - TREKKING NELLO SVANETI

10 giorni / 9 notti

Viaggio ai piedi attraverso l’inesauribile bellezza delle vallate caucasiche, panorami stupefacenti, montagne gigantesche, gole profonde, fiumi fluenti, tra turriti villaggi medievali nascosti e città scavate nella roccia. Visitare incredibili e minuscoli villaggi, ora patrimonio dell'UNESCO e vivere in maniera autentica. Conoscere veramente una realtà diversa, entrare in contatto con la gente, assaporare ogni singolo istante di una vita così lontana dalla città. Una meta insolita ed esperienza vera.

1° giorno - Partenza per Kutaisi

Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa per Kutaisi con il volo di linea Wizzair. Arrivo all’aeroporto internazionale di Kutaisi. Trasferimento in hotel con guida parlante lingua italiana e sistemazione in guesthouse.  Cena e pernottamento.

2° giorno - Kutaisi - Monastero di Gelati - Mestia (260 km)

Colazione in hotel. Kutaisi è una città antichissima che a più riprese ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della Georgia, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. In mattinata partenza per la visita del Monastero di Gelati (Patrimonio dell’Umanita UNESCO), fondato dal re Davit il Ricostruttore nel 1106 come centro della cultura cristiana e accademia neoplatonica. Gli interni della Cattedrale della Vergine sono tra i più sgargianti e colorati di tutte le chiese georgiane. Tempo libero per pranzo. In seguito partenza per il selvaggio e misterioso Svaneti, regione di montagne e ghiacciai perenni e di antiche tradizioni immutate. Sosta alla diga di Enguri, centrale elettrica più grande del Caucaso. Pernottamento e cena in guersthouse a Mestia.

3° giorno - Mestia - trekking al ghiacciaio Chalaadi - Mestia

Colazione in hotel. Trasferimento con i mezzi sino all’inizio del percorso che percorreremo a piedi per raggiungere il ghiacciaio di Chalaadi. Cammineremo tra magnifiche valli e foreste fino a raggiungere il ghiacciaio, è qui che nasce il fiume Mestiachala. Chi lo desidera, potrà proseguire il cammino sino a raggiungere un’altitudine di 2070m. Tempo libero a Mestia. Cena e pernottamento in guesthouse a Mestia (bagno e doccia privati).

Dislivello: ↑↓ 500m

Tempo di camminata: 3 ore / Distanza: 6 km

4° giorno - Mestia - Mulakhi - Adishi

Colazione in hotel. Dopo la prima colazione si parte in 4×4 perMulakhi (Zhabeshi  1690 m) 45 min. Da Mulakhi si comincia una camminata per Adishi 2050 m. Si prosegue tra boschi e campi fino ai caratteristici villaggi della zona di Adishipieni di case torri. Tappa finale il villaggio di Adishi, ai piedi del Tetnuldi, dove si dorme in una semplice guesthouse (bagno e doccia in comune). Pranzo al sacco. Cena e pernottamento guesthouse a Adishi.

Dislivello: 775m 415m

Tempo di camminata: 5 ore / Distanza: 12 km

5° giorno - Adishi - Iprali

Colazione in hotel. Bellissima risalita della valle di Adishi fin quasi alla testata del ghiacciaio omonimo. Si sale fino al passo di Chkhunderi, a 2722 metri di altezza, da cui si gode una vista bellissima su tutta le cime tra il Tetnudi e lo Shkhara e si scende di nuovo, fino al piccolo ma interessante villaggio di Iprali dove ci accoglie una comoda guesthouse (bagno e doccia in comune). Pranzo al sacco. Cena e pernottamento in guesthouse a Iprali.

Dislivello: 650m 800m

Tempo di camminata: 8 ore / Distanza: 17 km

6° giorno - Iprali - Ushguli - trekking alle torri medievali

Colazione in hotel. Colazione in hotel. Da Iprali si segue la strada “principale” della valle per arrivare a Ushguli che ci aspetta con i suoi villaggi dominati da possenti case torri. Ushguli è il villaggio permanentemente abitato più alto dell’Europa. Esploreremo con calma i suoi villaggi nel pomeriggio. Anche stasera ci ospiterà una semplice guesthouse. Pranzo al sacco. Cena e pernottamento in guesthouse a Ushguli.

Dislivello: 400m 650m

Tempo di camminata: 4 ore / Distanza: 12 km

7° giorno - Ushguli - trekking al ghiacciaio di Shkhara - Mestia

Colazione in hotel. Partenza a piedi per il ghiacciaio di Shkhara, si arriva ai piedi del monte più alto della Georgia, lì dove nasce il fiume Enguri. Pranzo al sacco. Al termine dell’escursione, trasferimento a Mestia. Cena e pernottamento a Mestia in guesthouse (bagno e doccia privati).

Dislivello: ↓↑300m

Tempo di camminata: 6 ore / Distanza: 18 km

8° giorno - Mestia - Trekking al Mt. Ushba - Becho

Dopo colazione, in primissima mattina trasferimento con i mezzi fino a Becho. Si comincia una bella camminata fino ai piedi del monte Ushba. Questo trekking spettacolare passa attraverso boschi e cascate e ci porterà al ghiacciaio di Ushba. Pranzo al sacco.  Rientro a Becho. Cena e pernottamento in guesthouse (bagno e doccia privati).

Dislivello: ↓↑ 650 m

Tempo di camminata: 6 ore / Distanza: 16 km

9° giorno - Becho - Grotta di Prometeo - Kutaisi (240 km)

Salutiamo la magnifica Regione dello Svaneti. Si intraprende il viaggio di ritorno a Kutaisi. Tempo libero per pranzo al centro di Zugdidi. In seguito partenza per Tskaltubo e visita della grotta carsica di Prometeo percorrendo anche il fiume sotterraneo navigabile. In serata arrivo a Kutaisi. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

10° giorno - Partenza (50 km)

Colazione in hotel. Trasferimento all’aeroporto di Kutaisi. Partenza con il volo di linea Wizzair per Milano Malpensa.

GEORGIA Culla del Vino

8 giorni / 7 notti

Tra i monti del Caucaso e il mar Nero si trova la culla della viticoltura mondiale: la Georgia. Un mondo affascinante, ricco di profumi e storia, nel quale recitano un ruolo di primo piano i qvevri, tradizionali otri di argilla cotta che custodiscono i vini, prodotti con metodi di vinificazione differenti. Durante il viaggio enologico si visiteranno le aziende vinicole attraverso degustazioni di vini e di specialità locali, escursioni, pranzi e cene in ristoranti rinomati. Natura splendida, monumenti paleocristiani, vino e noti piatti tradizionali georgiani, uniti all’ospitalità georgiana, farà sentire ogni visitatore il benvenuto!

1° giorno - Partenza

Partenza per Tbilisi. Trasferimento in albergo con guida parlante lingua italiana e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

2° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

3° giorno - Tbilisi - Vardisubani - Alaverdi - Argokhi - Napareuli - Telavi (150 km)

Colazione in hotel. Partenza per la Regione di Kakheti, regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Visitiamo lo studio dei locali in Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni  e  fanno le giare di teracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori delle vitivinicoltura. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. Il monastero fu fondato da Joseb Alaverdeli, uno dei Tredici Padri Siriani, che venne da Antiochia. Visita alla cantina locale „Danieli” nel villaggio Argokhi. Incontro con il proprietario della cantina chi rapresenta il suo vino e la cantina. Assagaremo i vini fatti con il metodo tradizionale georgiano e avremo pranzo nella stessa cantina. Proseguendo il nostro percorso per Napareuli. Visitiamo la cantina e il museo fatto dal proprietario che racconta come si fa il vino nelle giarre di terracota. Nella cantina assaggiamo i vini prodotti con le specie locali di Kakheti. Cena e pernottamento in albergo a Telavi.

4° giorno - Telavi - Nekresi - Kindzmarauli Winery - Khareba Winery - Gremi - Telavi (110 km)

Dopo la prima colazione visita del complesso monastico di Nekresi IV-IX sec. Il complesso include la chiesa più antica della Georgia. Visita alla cantina di Kindzmarauli, una delle vecchie aziende vinicole di Georgia dove ci presenta la loro varia gama di vini georgiani che fanno sia con metodo europeo sia con metodo tradizionale.  Proseguiamo con la visita del deposito di vino Khareba, in una grotta naturale dove avremmo possibilità di assaggiare alcuni vini locali. Partecipiamo in masterclass dei dolci tradizionali – churchkhela. Per pranzo ci aspetta anche la tavola abondante con i piatti tradizionale della regione di Kakheti. In seguito visiteremo la fortezza di Gremi,  la capitale del regno di Kakheti XV-XVIIsec. situata lungo la famosa via della setta che ha giocato un ruolo importante nella crescita del regno. Cena e pernottamento in albergo a Telavi.

5° giorno - Telavi - Telavi (Kurdgelauri) - Tsinandali - Chumlaki -Tbilisi (180 km)

Colazione e partenza per Telavi. Visita al colorito mercato di Telavi  dove i contadini vendono prodotti coltivati da loro sopratutto frutta e verdura. Visiteremo la fabrica di formaggi georgiani e assagiaremo il famoso Sulguni che é il piú famoso formaggio georgiano. Dopo visitaremo Tsinandali, la residenza dei duchi di Georgia, con un bellissimo giardino all’inglese, un museo e la cantina di vini che appartenne al principe Chavchavadze, poeta e personaggio pubblico nel XIX secolo. Pranzo nella famiglia locale dove possiamo conoscere meglio le tradizioni e ospitalitá georgiana. Ritorniamo a Tbilisi. Cena al ristorante e pernottamento in albergo a Tbilisi.

6° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Sachkhere - Katskhisveti (photostop) - Tskaltubo (284 km)

Colazione in hotel. Partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari (VI sec) e della Cattedrale di Svetitskhoveli (XI sec), dove la tradizione vuole che sia sepolta la tunica di Gesù. Entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Partenza in direzione della regione Imereti. Nel villaggio Sachkhere visitiamo una cantina piccola – Maradiuli dove avremo la degustazione dei vini di Imereti. Pranzo nella stessa cantina. Partenza per Tskaltubo. Photostop a una monolite alto 40 metri. Si chiama il pilastro di Katskhi e sulla sua cima ospita una piccola chiesetta. Prima dell’avvento del Cristianesimo, il Katskhi Pillar era un posto dove venerare il dio pagano della fertilità. Arrivo a Tskaltubo. Cena e pernottamento in albergo a Tskaltubo.

7° giorno - Tskaltubo - Uplistsikhe - Ateni - Gori - Chardakhi - Tbilisi (304 km)

Dopo la prima colazione si parte per Gelati – grande complesso monumentale, Patrimonio dell’UNESCO. La visita risulta emozionante per il luogo, che sovrasta il panorama delle colline di Kutaisi, per la grande architettura medievale della Cattedrale, delle Chiese e dell’Accademia di Filosofia e per i magnifici affreschi e mosaici ancora ben conservati.  Partenza per Gori. l’attrazione più nota è la città rupestre di Uplistsikhe, un antichissimo insediamento del Caucaso risalente al I millennio a.C. Il cuore della civiltà pagana e polo commerciale molto attivo sulla grande via della seta. Visita della cantina Vacheishvili nella valle di Ateni e degustazione dei vini di Kartli. In seguito visitiamo la cantina locale di Iago Bitarishvili nel villaggio Chardakhi, dove producono i vini biologici con il metodo tradizionale di vinificazione in anfora. Arrivo a Tbilisi. Cena d’arrivederci al ristorante e pernottamento in hotel a Tbilisi.

8° giorno - Partenza

Colazione hotel. Trasferimento in aeroporto di Tbilisi e partenza per Italia.

GEORGIA LA PERLA DEL CAUCASO

8 giorni / 7 notti

Georgia è un sorprendente miscuglio di culture, religioni, paesaggi mozzafiato e storia antica. Questo viaggio vi porta in un territorio di passaggio tra le culture europee e quelle asiatiche e vi fa sentire lo spirito del Caucaso, il suo calore e l'ospitalità. Monasteri, chiese e castelli, sullo sfondo dei paesaggi di una bellezza incredibile di montagne ricoperte di neve e verdi vallate, sono testimonianze di una storia straordinariamente ricca. Qui le civiltà si sono succedute nel tempo formando una cultura unica nel suo genere, la cucina e le tradizioni popolari di cui rimarrete affascinati, mentre la famosa ospitalità georgiana rende il viaggio un’esperienza davvero indimenticabile ed emozionante.

1° giorno - Partenza

Partenza per Tbilisi. Trasferimento in albergo con guida parlante lingua italiana e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

2° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

3° giorno - Tbilisi - Vardisubani - Alaverdi - Kvareli - Gremi - Tbilisi (300 km)

Dopo la prima colazione, partenza per la Regione di Kakheti, regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Visitiamo la bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni e fanno le giare di terracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori delle vitivinicolture. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. In seguito ci dirigiamo verso il deposito di vino in una grotta naturale dove avremmo possibilità di assaggiare alcuni vini locali e degustare i piatti tipici della zona. Proseguimento per Gremi, fu la residenza reale ed una vivace città sulla Via della Seta. Rientro a Tbilisi. Cena al ristorante. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

4° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Stepantsminda - Gudauri (190 km)

Dopo la prima colazione partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetiskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. In seguito partenza per i paesaggi bellissimi dei monti di Grande Caucaso lungo la Grande Strada Militare Georgiana. Arrivo a Stepantsminda – situata in posizione spettacolare, dominata a ovest dalla cima innevata del Monte Kazbegi (5047 m), su cui si staglia la sagoma inconfondibile della chiesa di Gergeti. Da qui si parte per le valli magnifiche e boschi stupendi che ci conduce alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata all’altezza di 2170 m. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. Cena e pernottamento in albergo a Gudauri. (C/P/C)

5° giorno - Gudauri - Ananuri - Gori - Uplistshikhe - Tskaltubo (350 km)

Dopo la prima colazione, partenza per la città di Gori, cuore della regione di Kartli e la città natale di Stalin. Per la strada si visita il Complesso di Ananuri (XVII sec.), lungo il corso dei secoli, il castello fu teatro di numerose battaglie. Breve sosta fotografica al Museo di Stalin. Si prosegue per la Grande Via della Seta e si visita uno dei suoi posti più importanti – la città scavata nella roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C.). Essa è un complesso antico con le dimore, i mercati, le cantine per il vino, i forni, il teatro e la basilica sulla roccia. Proseguimento per Tskaltubo. Cena e pernottamento in albergo a Tskaltubo.

6° giorno - Tskaltubo - Gelati - Kutaisi - Borjomi - Akhaltsikhe (220 km)

Dopo la prima colazione visita di Kutaisi, la capitale della Colchide antica. Fondata poco meno di 4000 anni fa, fu la capitale della Georgia per un secolo e mezzo e oggi rappresenta il secondo centro più grande del paese, e una delle città più antiche del mondo. Si prosegue con la visita del grande complesso monumentale di Gelati, Patrimonio dell’UNESCO. La visita risulta emozionante per il luogo, che sovrasta il panorama delle colline di Kutaisi, per la grande architettura medievale della Cattedrale, delle Chiese e dell’Accademia di Filosofia e per i magnifici affreschi e mosaici ancora ben conservati. In seguito passeggiata al centro della città e visita del colorato mercato giornaliero. Proseguimento per la provincia di Samtskhe-Javakheti, una regione che offre bei panorami, dalle foreste alpine alle pianure erbose, e molteplici spunti d’interesse culturali. Breve sosta a Borjomi, il famoso centro termale ai piedi del parco nazionale per gustare scintillanti acque minerali direttamente dalle sorgenti. Cena e pernottamento in albergo ad Akhaltsikhe.

7° giorno - Akhaltsikhe - Vardzia - Poka - Paravani - Tbilisi (270 km)

Dopo la prima colazione partenza per la visita della città rupestre di Vardzia (XII sec), una delle curiosità della Georgia. Fondata nel XII secolo come la città, sia religiosa sia laica, essa rappresentata l’immagine più bella della Georgia dell’Età d’Oro offrendovi la chiesa in pietra con gli affreschi ben conservati, le cantine di vino, i refettori e centinaia di dimore. Sosta alla fortezza di Khertvisi (X sec). Si prende la strada per i laghi Paravani e Tsalka.  Visita del monastero di Poka, dedicato a Santa Nino – la ragazza di Cappadocia, che portò in Georgia il Cristianesimo ed ha dato origini alla chiesa georgiana. Pranzo nello stesso monastero. Arrivo a Tbilisi. Cena d’arrivederci al ristorante e pernottamento in hotel a Tbilisi.

8° giorno - Partenza

Colazione hotel. Trasferimento in aeroporto di Tbilisi e partenza per Italia.

ARMENIA, GEORGIA & AZERBAIGIAN

12 giorni / 11 notti

Questo viaggio vi porterà in un territorio di confine tra le culture Europee e quelle Asiatiche e vi farà sentire lo spirito del Caucaso, il suo calore e l'ospitalità. Durante il viaggio avrete la possibilità di visitare i luoghi più interessanti dell’Armenia, della Georgia e dell’Azerbaigian, sia siti archeologici, castelli, torri, chiese, monasteri, altrettanto le altre testimonianze di una lunga storia e di una cultura indimenticabile.

1° giorno - Partenza per Yerevan

Partenza per l’Armenia. Arrivo in aeroporto internazionale Zvartnots. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento privato in hotel. Sistemazione nelle camere riservate.

2° giorno - Yerevan - Etchmiadzin - Zvartnots (120 km)

Colazione in hotel. La mattina incontro con la guida ed inizio del tour nei pressi di Yerevan. Partenza per la città di Echmiadzin – il centro della Chiesa Apostolica Armena. Rientro a Yerevan facendo una sosta presso le rovine della cattedrale Zvartnots – la perla d’architettura Armena del 7°sec che è iscritta nel patrimonio mondiale dell’UNESCO. Visita al parco commemorativo di Tsitsernakaberd e il Museo del Genocidio. Visita al Museo dell’Arte Moderno di Cafesjian. Proseguimento con la visita al mercato dell’artigianato presso l’area aperta Vernissage, che dà ospitalità ai pittori dell’Armenia, accoglie più di mille visitatori che ammirano l’abbondanza dei quadri, si sorprendono della raffinatezza dello stile e della fantasia degli artigiani dell’arte. Pernottamento in albergo a Yerevan.

3° giorno - Yerevan - Khor Virap - Noravank - Yerevan (250 km)

Colazione in hotel. Visita al monastero Khor Virap, l’importanza di cui è collegato con Gregorio l’Illuminatore, che introdusse il Cristianesimo in Armenia. La chiesa è un importante sito per pellegrinaggi. Dalla chiesa si scorge una perfetta vista al Mt. Ararat. Proseguimento con la visita al monastero Noravank (“Monastero Nuovo”) – centro religioso del 13 secolo. È situato in un luogo inaccessibile immerso in un paesaggio stupendo. La struttura più antica del complesso monastico è la chiesa di S. Karapet (9-10 s.) che non è sopravvissuta. Rientro nella capitale. Pernottamento in albergo a Yerevan.

4° giorno - Yerevan - Lago Sevan - Garni - Geghard - Yerevan (250 km)

Colazione in hotel. Partenza per il Lago Sevan, che è uno dei più grandi laghi Alpini d’acqua dolce del mondo. Il lago è anche famoso per la sua penisola e le sue chiese medievali costruite nel 874. Proseguimento per il Tempio Garni – un suggestivo monumento del periodo Ellenistico e un impressionante esempio dell’architettura antica Armena. Oggi vicino al tempio si possono trovare le rovine del palazzo reale e le terme con un mosaico spettacolare. Partenza per il monastero rupestre Geghard iscritto nel patrimonio mondiale dell’UNESCO. Geghard significa lancia in Armeno, proprio quella con cui hanno colpito Cristo Crocefisso, è un capolavoro insuperabile dell’architettura Armena del 13° secolo. Rientro nella capitale. Pernottamento in albergo a Yerevan.

5° giorno - Yerevan - Sadakhlo - Tbilisi (280 km)

Colazione in hotel. Trasferimento da Yerevan all’hotel di Tbilisi (senza accompagnamento).  Arrivo a Tbilisi verso le due di pomeriggio. Accoglienza e sistemazione in hotel. Tempo libero a disposizione. Tbilisi è una città fascinosa ed ha molto da offrire: passeggiare lungo le strette stradine lastricate con le vecchie case dai balconi ricamati in legno, rilassarvi nei tipici bagni sulfurei e le strade pedonali piene di locali. Il suo centro storico, attraverso le varie architetture, riflette le culture dei popoli che in passato l’hanno conquistata. La sera tutti i monumenti e i palazzi più importanti della città sono illuminati ed è molto bello osservarli passeggiando nei pressi del fiume che attraversa la città. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

6° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale; è situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). Nel pomeriggio si visita il Museo Nazionale della Georgia, che vanta una straordinaria collezione chiamata Tesoro Archeologico. A seguire passeggiata lungo il Corso Rustaveli, la via principale, con il municipio, il palazzo del Vice Re, il Teatro di Rustaveli, l’Opera. Rientro in hotel e pernottamento.

7° giorno - Tbilisi - Alaverdi - Gremi - Nekresi - Kvareli - Tbilisi (305 km)

Dopo la prima colazione partenza per Kakheti, regione vinicola della Georgia, conosciuta per l’ottimo vino e l’eccezionale ospitalità. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI e XVII secolo. Si prosegue per la minuscola roccaforte di Gremi, una volta (sec. XVI/XVII), fiorente città commerciale, ubicata lungo la “via della seta”, capitale del regno di Kakheti. In seguito ci dirigeremo verso il complesso monastico di Nekresi, un bell’esempio di antica architettura georgiana immerso in uno splendido bosco, da cui la vista spazia sulla valle e i vigneti sottostanti. Rientro nella capitale e pernottamento.

8° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Gori - Uplistsikhe - Tbilisi (210 km)

Dopo la prima colazione partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo. Entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Proseguimento per la città di Gori, luogo di nascita di Stalin. Breve sosta fotografica al museo dedicato a questo controverso protagonista della storia del Novecento. Si prosegue per Uplistsikhe, la più antica città rupestre esistente in Georgia, fondata nel I millennio a. C. lungo un ramo della Via della Seta. Essa è un complesso vecchio con le strade, le dimore, i mercati, i palazzi reali, le cantine per il vino, i forni, il teatro, i templi pagani e la basilica sulla roccia. Rientro a Tbilisi e pernottamento.

9° giorno - Tbilisi - Lagodekhi - Sheki (270 km)

Colazione in hotel. Partenza per il confine tra Georgia e Azerbaijan di Lagodekhi. Dopo il disbrigo delle formalità doganali, cambio dei mezzi di trasporto e si parte per Sheki, una delle città più importanti lungo la Via della Seta. Pomeriggio dedicato alla visita guidata del bellissimo Palazzo del Khan con le sue particolari decorazioni, la visita la Casa degli artigiani di Sheki, ed il Caravanserraglio. Trasferimento nel vicino villaggio di Kish dove si trova un’ importante chiesa paleocristiana, costruita tra il I° ed il V° secolo d.C.quando il cristianesimo si diffuse nella regione che all’epoca era conosciuta come Albania Caucasica. Pernottamento in albergo a Sheki.

10° giorno - Shakì - Shamakhà - Gobustan - Baku (360 km)

Colazione in hotel. Partenza per Baku. Lungo la strada sosta a Shamakhà antica capitale dello Stato degli Shirvanshah e visita della moschea Juma, la più antica dell’Azerbaijan. Infine, in prossimità di Baku si sosterà al Mausoleo Diri Baba, costruito tra le rocce nel 1402. Partenza per il Gobustan, zona protetta  a 60 km da Baku. Il sito è Patrimonio dell’UNESCO. Qui sono presenti più di 7.000 pitture rupestri. Si inizia con la visita del museo locale, che ospita al suo interno foto, filmati e campioni delle pietre incise. Si proseguirà poi con l’area della pitture, che mostrano scene di  vita quotidiana, scene di caccia e di sepoltura delle popolazioni primitive. Infine si arriverà alla cosiddetta Pietra Romana, una volta incisa da parte di alcuni soldati romani. Arrivo a Baku. Pernottamento in albergo a Baku.

11° giorno - Baku - Absheron - Baku (30 km)

Partenza per l’Armenia. Arrivo in aeroporto internazionale Zvartnots. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento privato in hotel. Sistemazione nelle camere riservate.

12° giorno - Baku - Partenza

Colazione in hotel. Trasferimento all’ aeroporto di Baku in tempo per il volo di rientro.

TREKKING NEL TUSHETI

10 giorni / 9 notti

Un'avventura irripetibile nel cuore profondo delle montagne del Caucaso. In Georgia, fra i 2.000 e i 3.500 metri, al confine con il Dagestan e la Cecenia, valle di Tusheti, pastori e boscaioli, dove rivelano tranquillità bucolica e sacralità delle tradizioni locali, villaggi sperduti vecchi di secoli e antiche, particolarissime case-torri uniche al mondo nel loro genere. Nelle montagne vedrete volare aquile e grifoni e incontrerete popolazioni che vivono ancora al contatto con la natura più selvaggia dove tradizione e ospitalità georgiani trovano la loro massima espressione. Gole, prati, colli e torri sfileranno al ritmo del vostro passo e in questa atmosfera di totale libertà gusterete i piaceri semplici di questa terra misteriosa. Ci spingeremo fino a scoprire il volto più inedito e nascosto della regione caucasica, dove i flussi turistici sono pressoché sconosciuti.

1° giorno - Partenza per Georgia

Partenza con il volo di linea per Tbilisi. Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Tbilisi. Disbrigo delle formalità doganali, accoglienza e trasferimento in albergo. Sistemazione in hotel. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

2° giorno - Tbilisi - Telavi (100 km)

Dopo colazione visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Visita del centro storico e della città vecchia, è un insieme di vicoli tortuosi, di cortili nascosti, abbelliti dai tipici balconi in legno. Tbilisi offre una grande varietà di monumenti, la maggior parte dei quali sono antichi: la Fortezza di Narikala (IV sec) – una delle fortificazioni più vecchie della città, le famose Terme Sulfuree con le cupole in mattoni, la Sinagoga della città, la Cattedrale di Sioni (VII sec) dove si conserva la croce di Santa Nino – una donna giovane che converti la Georgia al cristianesimo e la Chiesa di Anchiskhati (VI sec). Dopo il pranzo partenza per la regione Kakheti. Arrivo a Telavi. Cena e pernottamento in guesthouse a Telavi.

3° giorno - Telavi - Omalo

Dopo colazione ci rechiamo verso nord per il Tusheti da qui inizierà il nostro viaggio pieno di avventura, cultura, ricco d’incantevoli paesaggi e di natura incontaminata. Tusheti è una delle province montuose più affascinanti del Paese.  Si prosegue lungo una bella strada di montagna, costruita solo nel 1978 e ancora in parte sterrata, che si inerpica sullo spaventoso Passo di Abano (2.950 m) per poi scendere verso Omalo, il villaggio più grande e il centro più importante del Tusheti. In posizione splendida su un vasto altipiano, è circondato da fiumi su tre lati come fossero i giganteschi fossati di una fortezza medievale. Visita delle alte torri difensive (Keselo). Cena e pernottamento in guesthouse ad Omalo

Dislivello: ↓↑ 150 m

Tempo di camminata: 30 min.

4° giorno - Omalo - Bochorna - Dochu - Jvarvboseli

Colazione in hotel. Partenza per il villaggio di Bochorna, uno dei luoghi abitati permanentemente più alti d’Europa (2345 m). Continueremo la nostra strada verso il villaggio di Dochu che si trova nell’area protetta di Tusheti nella gola di Gometsari. Avremo l’opportunità di godere di magnifici panorami e sentire lo spirito della natura pura. Arriveremo a Jvarboseli. Cena e pernottamento in guesthouse a Jvarboseli.

Dislivello: ↑ 890 ↓ 930

Tempo di camminata: 7-8 ore

Distanza: 21 km

5° giorno - Jvarboseli - Passo di Nakaicho - Chesho

Colazione in hotel. Partenza per Chesho. Sulla strada raggiungeremo il passo Nakaicho a circa 2903 m.a.s.l. da dove si apriranno le viste panoramiche dell’imponente Tusheti. Arrivo al villaggio Chesho che sembra come se il tempo si fosse fermato. Nonostante le case e le torri danneggiate, la vista principale è stata ben conservata.  Cena e pernottamento in guesthouse a Chesho.

Dislivello: ↑ 970 ↓ 950

Tempo di camminata: 7-8 ore

Distanza: 18 km

6° giorno - Chesho - Dano - Kvavlo - Dartlo

Dopo colazione inizieremo la nostra passeggiata verso i villaggi di Dano e Kvavlo che, come tutti i villaggi Tusheti, sono monumenti storici risalenti al Medioevo. Ancora una volta avremo l’opportunità di familiarizzare con la natura georgiana. Vedremo le rovine di antiche fortezze utilizzate non solo per la difesa e la protezione, ma anche per la vita. Faremo il picnic e poi cammineremo verso Dartlo che è 2000 m.s.n.m. La città è conosciuta per le sue belle case con balconi ed è uno dei tesori importanti dell’architettura medievale georgiana. Sia i Dartlo che gli altri villaggi Tusheti sono luoghi ideali per fotografare la galassia della Via Lattea. Cena e pernottamento in guesthouse a Dartlo.

Dislivello: ↑ 500 ↓ 180 m

Tempo di camminata: 5-6 ore

Distanza: 15 km

7° giorno - Dartlo - Chigo - Diklo

Dopo colazione inizieremo a camminare per scoprire i villaggi più incredibili di Diklo, Chigo e Dartlo. Passando Diklo possiamo trovare un luogo sacro dove le donne non possono entrare. A Diklo c’è anche un villaggio-fortezza di Diklo sulla cima della montagna. Inizia il territorio neutro con la Russia e un posto di controllo di frontiera si trova nelle vicinanze. Seguiremo il percorso per Dartlo. Picnic durante il percorso. Cena e pernottamento in guesthouse ad Diklo.

Dislivello: ↑900m ↓450m

Tempo di camminata: 6-7 ore

Distanza: 15 km

8° giorno - Diklo - Shenako - Omalo

Dopo colazione cammineremo verso Shenako. Shenako è uno dei pochi villaggi in Tusheti ancora popolato, con vista sul Monte Diklo. Shenako contiene una serie di edifici di architettura popolare georgiana e la chiesa della Santissima Trinità (XIX secolo). Proprio accanto alla chiesa è possibile vedere uno dei luoghi sacri “nishi”. Si può testimoniare come il paganesimo e il cristianesimo si intrecciano in questo luogo meraviglioso. Cena e pernottamento in guesthouse a Omalo.

Dislivello: ↓650m ↑400m

Tempo di camminata: 5-6 ore

Distanza: 14 km

9° giorno - Omalo - Alaverdi - Telavi - Tbilisi (100 km)

Dopo colazione saluteremo la meravigliosa regione di Tusheti e prenderemo la famosa strada per tornare a Tbilisi. Sulla strada visiteremo il monastero di Alaverdi, una delle cattedrali più alte della Georgia (50 m.). L’attuale cattedrale fu costruita nell’XI secolo dal re Kvirike III di Kakheti e oggi diventato il centro spirituale della regione è un gioiello architettonico di Kakheti che mantiene un ciclo di affreschi dall’XI al XVII secolo. Nel tardo pomeriggio arriveremo a Tbilisi. Sistemazione in hotel. Cena d’arrivederci in ristorante tradizionale. Pernottamento in hotel a Tbilisi.

10° giorno - Partenza

Prima colazione in hotel, trasferimento all’aeroporto di Tbilisi e partenza.

Trekking in Khevi

8 giorni / 7 notti

Viaggio attraverso l’inesauribile bellezza delle vallate caucasiche, panorami stupefacenti, montagne gigantesche, gole profonde, fiumi fluenti, tra turriti villaggi medievali nascosti e città scavate nella roccia. Visitare incredibili e minuscoli villaggi, ora patrimonio dell'UNESCO e vivere in maniera autentica. Conoscere veramente una realtà diversa, entrare in contatto con la gente, assaporare ogni singolo istante di una vita così lontana dalla città. Una meta insolita ed esperienza vera.

1° giorno - Partenza

Partenza per Tbilisi. Trasferimento in albergo con guida parlante lingua italiana e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

2° giorno -Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

3° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Gori - Uplistshikhe - Gudauri (~ 280 km)

Dopo la prima colazione partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Si prosegue verso est con ulteriore sosta nei pressi di Gori per la visita della suggestiva città rupestre di Uplistsikhe, uno degli insediamenti più antichi del Caucaso. Fondata alla fine dell’Età del Bronzo, intorno al 1000 a.C., Uplistsikhe si sviluppò in modo significativo dal VI secolo a.C. al I secolo d.C. e fu uno dei principali centri politici e religiosi del Kartli precristiano, con templi dedicati soprattutto alla dea del sole. Al termine delle visite partenza per Gudauri. Cena e pernottamento in albergo a Gudauri.

4° giorno - Gudauri - Gola di Truso - Stepantsminda (40 km)

Colazione in albergo. Partenza in auto verso il villaggio di Kobi. La strada passa attraverso il passo di croce (2385 m) e si inizia il trekking dalla gola di Truso – meraviglioso scenario della valle sicuramente avrà su di voi un’impressione indimenticabile. Seguendo il corso del fiume Tergi si visiteranno alcuni remoti villaggi con le torri difensive. Questa area è ricca delle fonti minerali che scorrendo sulle rocce cambiano il loro colore. Alla fine della passeggiata si riparte in auto verso Stepantsminda, la provincia principale della regione di Khevi. Cena e pernottamento in albergo a Stepantsminda.

Dislivello: 215 m 95 (5 ore)

5° giorno - Stepantsminda - Gergeti - Passo di Sabertse - Stepantsminda

Colazione in hotel. Partenza in auto per la località di Gergeti per visitare la magnifica Chiesa della Trinità (detta di Gergeti) a 2,170 m di altezza. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. Proseguimento della camminata in direzione del monte Kazbegi fino al passo di Sabertse 3000 m. Se il tempo lo permette, possiamo dare un’occhiata ad uno dei ghiacciai più alti del Caucaso, il monte Kazbegi (5047 m). Rientro a Stepantsminda. Cena e pernottamento in albergo.

Dislivello: ↑↓ 830 m (9 ore)

6° giorno - Stepantsminda - Valle di Sno - Juta - Chaukhebi - Gudauri (70 km)

Colazione in hotel. La mattina partenza verso la Valle di Sno nel villaggio di Juta (2165 m). Da Juta si inizia una piacevole passeggiata a piedi (2550 m) sul Monte Chaukhebi (3842 m). Salita per circa mezz’ora e sosta di un’ora per vedere il monte Chaukhebi, al termine rientro a Juta passando per la stessa via. Rotta verso la stazione sciistica di Gudauri. Cena e pernottamento in albergo.

Dislivello: ↑↓ 570m (5 ore)

7° giorno - Gudauri - Valle di Khada - Tbilisi (130 km)

Colazione in hotel. Il percorso inizia dalla località sciistica di Gudauri, si scende lungo le bellissime valli di Khada, è famosa per la natura incantevole, per i suoi fiori selvatici ed il numero delle torri di guardia. Scendendo attraverso la bellissima natura finalmente ci porta alla vicina zona del villaggio di Quesheti. Da qui ci dirigeremo verso Tbilisi. Sistemazione in hotel. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

Dislivello: 150m 850 (5 ore)

8° giorno - Partenza

Colazione hotel. Trasferimento in aeroporto di Tbilisi e partenza per Italia.

Tbilisi City Break

5 giorni / 4 notti

La Georgia è un sorprendente miscuglio di culture, religioni, paesaggi mozzafiato e storia antica che possiede anche un'attrattiva meno nota: una popolazione orgogliosa, allegra e ospitale. I visitatori saranno positivamente impressionati dalla sorprendente ospitalità Georgiana, unitamente alla qualità dell’eno – gastronomia locale. Venite a scoprire questo piccolo grande paese che sicuramente vi affascinerà.

1° giorno - Partenza per Tbilisi

Partenza per la Georgia. Arrivo in aeroporto internazionale di Tbilisi. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento privato in hotel. Pernottamento in albergo a Tbilisi. (-/-/-)

2° giorno - Tbilisi

Dopo colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi. (C/-/C)

3° giorno - Tbilisi - Vardisubani - Alaverdi - Kvareli - Gremi - Tbilisi (300 km)

Dopo colazione, partenza per la Regione di Kakheti, regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Visitiamo la bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni  e  fanno le giare di teracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori delle vitivinicoltura. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. In seguito ci dirigiamo verso il deposito di vino in una grotta naturale dove avremmo possibilità di assaggiare alcuni vini locali e degustare i piatti tipici della zona. Proseguimeto per Gremi, fu la residenza reale ed una vivace citta sulla via di seta. Rientro a Tbilisi. Pernottamento in albergo a Tbilisi. (C/P/-)

4° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Gori - Uplistshikhe - Tbilisi (190 km)

Dopo colazione partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. In seguito si parte per la città  di Gori, cuore della regione di Kartli e la città natale di Stalin. Breve sosta al Museo di Stalin. Si prosegue per la Grande Via della Seta e si visita uno dei suoi posti più importanti – la città scavata nella roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C). Ritorno a Tbilisi. Cena e pernottamento in hotel a Tbilisi. (C/-/C)

5° giorno - Partenza

Di primo mattino trasferimento all’aeroporto di Tbilisi e partenza. (-/-/-)

PELLEGRINAGGIO IN ARMENIA & GEORGIA

9 giorni / 8 notti

Georgia e Armenia sono i più antichi paesi cristiani. Entrambi paesi adottarono il cristianesimo nella prima metà del IV secolo, anche se la nuova religione veniva predicata già dal lontano I secolo. Circondate e spesso invase dai vicini Musulmani, Georgia e Armenia riuscirono a mantenere fi no ad oggi la loro fede ed il loro spirito coraggioso.

1° giorno - Partenza per Tbilisi

Partenza per la Georgia. Arrivo in aeroporto internazionale di Tbilisi. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento privato in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. (-/-/-)

2° giorno - Tbilisi

Dopo colazione, intera giornata dedicata alla visita di Tbilisi, città di antiche origini, tagliata in due dal fiume Mtkvari, che forma una valle circondata da affascinanti colline. Tbilisi offre una grande varietà di monumenti, la maggior parte dei quali sono antichi: le Terme Sulfuree, nel quartiere di Abanotubani, che nel passato hanno accolto personaggi famosi; la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie – costruita sul pendio erto, scosceso e dirupato, ancor prima della fondazione della città – le cui mura furono più volte distrutte e più volte riedificate; la basilica di Anchiskhati (VI sec.) – la più antica chiesa di Tbilisi, che derivò il suo nome dall’icona del “Volto Santo”, qui custodita (ora si trova al Museo d’Arte Georgiano); la Cattedrale di Sioni (VII sec.), considerata uno dei luoghi più sacri del Paese, poiché conserva la “Croce di Santa Nino”, la giovane che nel IV secolo fece ininterrotta opera di evangelizzazione cristiana in tutta la Georgia. In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia, che espone tesori archeologici d’oro, argento e pietre preziose della Georgia precristiana. Cena di benvenuto in ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.  (C/P/C)

3° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Kanda - Uplistsikhe - Tskaltubo (320 km)

Dopo colazione, per Mtskheta, antica capitale della Georgia e tuttora “città santa”, che ospita la sede della Chiesa Ortodossa, Apostolica, Autocefala, Georgiana, una delle più antiche del mondo, presieduta dal Patriarca che porta il titolo di Catholicos. La città fu la capitale del regno di Georgia fra il III secolo a.C. e il V secolo d.C. Qui i georgiani si convertirono al Cristianesimo nel 317. Vi si trovano numerosissimi edifici molto antichi, entrati a far parte nel 1994 dell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Fra questi la Cattedrale di Svetiskhoveli (dell’XI secolo), dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo; il Monastero di Jvari (VI secolo), ubicato in alto, sulla collina, e dal quale si gode di una vista magnifica sulla citta e sui fiumi che in parte la contornano.  Proseguimento per il villaggio Qanda, uno dei unici luoghi al mondo dove è ancora parlato l’aramaico, il villaggio è considerato un simbolo della convivenza interreligiosa. Qui prega la parte cattolica della piccola comunità assiro-caldea georgiana, settemila persone che contribuiscono a tenere vivo un tesoro dell’umanità: parlano l’antico aramaico, cioè la lingua usata dal popolo in Palestina ai tempi di Gesù. Il villaggio è stato visitato da papa Francesco durante il suo viaggio in Georgia nel 2017. Si prosegue per la Grande Via della Seta e si visita uno dei suoi posti più importanti – la città scavata nella roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C). Essa è un complesso antico con le dimore, i mercati, le cantine per il vino, i forni, il teatro e la basilica sulla roccia. Cena e pernottamento in albergo a Tskaltubo. (C/P/C)

4° giorno - Tskaltubo - Gelati - Kutaisi - Akhaltsikhe (220 km)

Dopo la prima colazione, visita di Kutaisi la capitale della Colchide antica. Fondata poco meno di 4000 anni fa, fu la capitale della Georgia per un secolo e mezzo e oggi rappresenta il secondo centro più grande del paese, e una delle città più antiche del mondo. Si prosegue con la visita di Bagrati (XI sec.), la chiesa più alta in Georgia prima dei bombardamenti ad opera dei turchi nel 1692, iscritta nei luoghi Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Poco distante dal centro sorge il grande complesso monumentale di Gelati, Patrimonio dell’UNESCO. La visita risulta emozionante per il luogo, che sovrasta il panorama delle colline di Kutaisi, per la grande architettura medievale della Cattedrale, delle Chiese e dell’Accademia di Filosofia e per i magnifici affreschi e mosaici ancora ben conservati. Proseguimento per la provincia di Samtskhe-Javakheti, una regione che offre bei panorami, dalle foreste alpine alle pianure erbose, e molteplici spunti d’interesse culturali. Arrivo ad Akhaltsikhe. Incontro speciale e personale con la comunità cattolica al centro della città con padre Filippo e con le suore Benedettine provenienti dal monastero di Offida (Ascoli Piceno) e stabilitesi nel primo monastero cattolico del paese; chiesa consacata a madonna di Rosario. Cena e pernottamento in albergo ad Akhatlsikhe. (C/P/C)

5° giorno - Akhaltsikhe - Khertvisi - Vardzia - Bavra (310 km)

Dopo la prima colazione, si parte per la visita della città rupestre di Vardzia (XII sec), che ha avuto un ruolo significativo nella vita politica, culturale, educativa e spirituale georgiana. È un insediamento rupestre fatto scavare attorno al 1180 da Tamar, la grande regina figlia di Giorgio III che sul posto aveva fatto costruire una fortificazione. La città si espanse fino ad ospitare cinquantamila abitanti, conta centoventi abitazioni costituite da oltre quattrocento ambienti ben identificabili, oltre a una decina di chiese. Sopravvive l’interno della Chiesa dell’Assunzione, affrescata intorno al 1185. Lungo la via per Vardzia facciamo una breve sosta alla fortezza di Khertvisi (X sec.) che ebbe un ruolo vitale nella difesa della regione, grazie alla sua posizione strategica in alto sopra la confluenza dei fiumi. Da qualunque parte un nemico invasore decidesse di arrivare era comunque costretto a passare da questo punto. Ancora oggi la fortezza si erge orgogliosa sul suo promontorio roccioso. Partenza per il confine tra Armenia e Georgia, a Bavra. Espletamento delle formalità di frontiera, e proseguimento del viaggio verso il villaggio di Ashotsk per visitare l’ospedale Redemtoris Mater, costruito dalla Caritas Italiana donato dal Papa al popolo Armeno dopo il terremoto del 7 dicembre 1988. Incontro con Padre Mario. Eventuale cena in Ospedale. Proseguimento verso Gyumri. Pernottamento in albergo a Gyumri. (C/P/C)

6° giorno - Gyumri - Giro della città - Hovhannavank - Echmiadzin - Zvartnots - Yerevan (151 km)

Dopo la prima colazione, una piccola passeggiata per la parte vecchia della città di Gyumri. Proseguimento per il monastero di Hovhannavank (13° sec). La parte più antica del monastero è la basilica ad unica navata di San Karapet (cioè il Santo precursore, Giovanni Battista) che fu fondata all’inizio del 4° sec. da San Gregorio Illuminatore. Di seguito partenza per la città di Echmiadzin nota come il centro della Chiesa Apostolica armena ed è una delle prime chiese cristiane nel mondo. Qui si trova anche la S. Sede di Cattolicos. La leggenda narra che ci discese Gesù Cristo per mostrare i posti delle future chiese. Così Echmiadzin significa “La discesa del’Unigenito”. La Chiesa è stata costruita tra gli anni 301 – 303 d.C dal re armeno Trdad III e il primo Cattolicos Armeno, S. Gregorio l’Illuminatore. Prima di arrivarci si fà anche una visita alle rovine del Tempio Zvartnots con il “Tempio del Paradiso degli Angeli”. La perla d’architettura armena fu eretta a metà del 7° secolo ed è considerata una delle meraviglie architettoniche dell’Armenia. Il Tempio fu distrutto da un forte terremoto nel 10° secolo. Nonostante ciò le sue rovine colpiscono per le proporzioni e la ricchezza delle decorazioni scultoree. Rientro a Yerevan. Messa e incontro con le Suore presso la cappella della casa di Solidarietà di Madre Teresa a Yerevan che dà riparo ai bambini nati con malattie grave come la spina bifida e hydrocefalia una maggior parte di quali sono purtroppo destianti alla morte. Pernottamento in albergo a Yerevan.

7° giorno - Yerevan - Giro della città - Garni - Geghard - Yerevan (76 km)

Dopo la prima colazione, l’inizio del giro della città nei pressi di Yerevan. La storia di  Yerevan, risale al 8° secolo a.C. Dalla città del 3.000 anni è sopravissuta solo una piccola parte. Ancora alcuni anni fa il fascino della città era sovietica, ma ora, grazie alle concezioni architettoniche moderne molti edifici appaiono e sono ancora in corso a comparire. Visita al parco commemorativo Tsitsernakaberd e al museo del Genocidio. Partenza per il Tempio di Garni. La cittadella e il tempio pagano di Garni sono un importante testimonianza del periodo ellenistico e un impressionante esempio dell’architettura antica armena. A Garni avrete l’occasione di partecipare alla preparazione del pane nazionale armeno “Lavash” nella tradizionale stufa sotterranea chiamata “tonir”. A nord-est di Garni, nella valle superiore della gola del fiume Azat, si trova un magnifico monumento d’architettura medievale armena: il Monastero di Geghard, iscritto nel patrimonio mondiale di UNESCO, in parte scavato nella roccia. Rientro a Yerevan. Messa presso la chiesa Cattolica di Qanaqer. Eventuale incontro con l’Archivescovo Mnsg. Rafhael Minassyan – il vescovo di tutte le chiese Cattoliche in Armenia, in Georgia e in Europa Orientale.Pernottamento in albergo a Yerevan. (C/P/C)

8° giorno - Yerevan - Khor Virap - Noravank - Yerevan (246 km)

Dopo la prima colazione, partenza per il Monastero di Khor Virap a 45 km da Yerevan, situato nella valle del biblico monte Ararat. L’importanza di questo monastero è legata a Gregorio l’Illuminatore, che introdusse il Cristianesimo in Armenia ed è diventato il primo Catholicos (Patriarca Supremo della chiesa apostolica armena) di tutti gli armeni. Dal monastero si apre una stupenda vista al Monte Biblico Ararat dove discese l’Arca di Noè. Proseguimento per il monastero di Noravank – un grande centro religioso e culturale del 13° sec. Noravank (“Monastero Nuovo”) si trova in un luogo impervio ma circondato da un paesaggio stupendo. Rientro a Yerevan. Incontro con i rappresentanti dell’Ordine Mechitarista di Venezia, noto per le loro serie di pubblicazioni accademiche di antiche versioni armenia dei persi testi greci, così come per le loro ricerche sulla lingua armena calssica e moderna. Messa presso la loro cappella. Pernottamento in albergo a Yerevan. (C/P/C)

9° giorno - Partenza

Trasferimento per l’aeroporto e partenza per l’Italia. (-/-/-)

GEORGIA TOUR A CAVALLO

10 giorni / 9 notti

Questo tour vi farà assaporare un altro mondo: i paesaggi selvaggi del parco nazionale di Vashlovani, famoso per il suo ecosistema semi-desertico e l'affascinante fauna selvatica. Inoltre, avrete modo di scoprire nuovi stili di vita. Benvenuti a scoprire e conoscere la Georgia!

1° giorno - Partenza per Tbilisi

Partenza per Tbilisi. All’arrivo, trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

2° giorno - Tbilisi - giro della città

Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Tbilisi, città di antiche origini, tagliata in due dal fiume Mtkvari, che forma una valle circondata da affascinanti colline. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale; è situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). Pranzo in ristorante. Visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia. A seguire passeggiata lungo il Corso Rustaveli, la via principale, con il municipio, il palazzo del Vice Re, il Teatro di Rustaveli, l’Opera. Cena in ristorante con spettacolo folkloristico. Rientro in hotel e pernottamento.

3° giorno - Tbilisi - Dedoplistskaro - Kasristskali (200 km, circa 3 ore di viaggio in auto)

Dopo colazione partenza per Dedoplistskaro. Le formalità per entrare nel Parco di Vashlovani. In tardo pomeriggio allestimento del primo campo in tenda e cena. Notte in tenda.

4° giorno - Kasristskali - Shavi Mta (25 km, circa 5 ore a cavallo)

Iniziamo la sistemazione cavalli e preparazione del nostro materiale. Il percorso di oggi è fatto di qualche incontro con la gente del posto che si occupa degli animali. Attraversiamo ampie praterie in un’alternanza di colori, in lontananza le montagne come sfondo. Allestiamo il campo vicino alla casa del ranger. Notte in tenda.

5° giorno - Shavi Mta - Mijnis Kure (35 km, circa 6-7 ore a cavallo)

La giornata di oggi ci regala nuovi scenari, calanchi e rocce un tempo sommerse dagli oceani, resti del sale lasciato da quelle era lontane. I nostri cavalli avanzano all’interno di canyon ed il rumore degli zoccoli rilascia un eco che ricalca passi antichi di chi prima di noi ha attraversato quello che oggi rappresenta il Parco. Montiamo il campo vicino al fiume, un posto molto suggestivo. Notte in tenda/Bungalow.

6° giorno - Mijnis Kure - Bugamoedani (25 km, circa 5 ore a cavallo)

Oggi tocchiamo uno dei luoghi più suggestivi del Parco. Ci prendiamo una pausa per osservare la bellezza creata dalla natura. Nel tardo pomeriggio arriviamo vicino ad un’altra casa del ranger, qui prepariamo il campo. Possibilità a fine giornata di una piccola escursione a piedi per ammirare il tramonto al confine estremo con Azerbaijan. Notte in tenda.

7° giorno - Bugamoedani - Pantishara (30 km, circa 6 ore a cavallo)

Oggi camminiamo nella bellissima pianura di Pantishara, dove incontreremo sicuramente un gran numero di rondini. È una città di rondini. I loro nidi sono di proprietà di passeri all’inizio della primavera e le rondini che tornano dai paesi caldi faticano a recuperarli. Notte in tenda.

8° giorno - Pantishara - Kasristskali (30 km, circa 6 ore a cavallo)

Ultimo giorno di cavallo, ultimo canyon prima di attraversare di nuovo i pascoli. Ci avviciniamo in uno dei punti più importanti del parco dove vivono animali che ricordano la savana, come le gazzelle. Chiudiamo la nostra escursione a cavallo da dove siamo partiti. Notte in tenda.

9° giorno - Kasristskali - Bodbe - Sighnaghi - Tbilisi (220 km, circa 4 ore di viaggio in auto)

Colazione in hotel. In mattinata guidiamo verso la Regione vinicola di Kakheti. Qui le montagne del Gran Caucaso si appaiono molto più grandi e compongono il paesaggio assieme ai prati fertili della regione. Visita del monastero di Bodbe, che ospita la tomba di Santa Nino, la ragazza proveniente dalla Cappadocia, che ha convertito il popolo georgiano al cristianesimo. Si prosegue per la città fortificata di Sighnaghi (XVIII secolo). La città conservò la sua immagine originale, ed offre ai visitatori panorami mozzafiato delle circostanti montagne del Caucaso. Pranzo da un contadino, dove si può degustare piatti tipici della zona, conoscere il metodo tradizionale di vinificazione in anfora e assaggiare il vino georgiano. Trasferimento a Tbilisi nella tarda serata. Riposo in hotel. Cena di arrivederci in ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

10° giorno - Tbilisi - Partenza

Colazione hotel. Trasferimento in aeroporto di Tbilisi e partenza per Italia. (C/-/-)

GEORGIA Turismo Responsabile

10 giorni / 9 notti

In questo tour scoprirete la vera ed autentica Georgia, incontrerete persone che non hanno mai lasciato le loro case da generazioni, formando piccole ma uniche comunità. Imparerete molto sullo stile di vita della gente del posto, che vi accoglierà con genuina ospitalità, facendovi provare i loro prodotti biologici di alta qualità. Per loro, un incoraggiamento a non lasciare i villaggi e un’opportunità di sviluppo.

1° giorno - Partenza

Partenza per la Georgia. Arrivo in aeroporto internazionale di Tbilisi. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento privato in hotel. Sistemazione nelle camere riservate.

2° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). Durante il giro è previsto l’ingresso ad uno studio d’arte dove i visitatori avranno l’occasione di vedere la lavorazione dello smalto cloisonnès, la cui tradizione risale ai secc. XI – XII. In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia.  Infine non mancherà una passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena di benvenuto in ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

3° giorno - Tbilisi - Alaverdi - Gremi - Akhalsopeli - Vardisubani - Telavi (200 km)

Dopo la prima colazione, partenza per Kakheti, regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. Sosta al complesso di Gremi, che fu la residenza reale ed una vivace citta sulla via di seta. Pranzo presso la famiglia locale nel villaggio di Akhalsopeli con degustazione di piatti tipici. Si prosegue per la visita della bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni  e  fanno le giare di teracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori delle vitivinicoltura. La sera arrivo a Telavi, il capoluogo della regione e una volta la capitale del regno Kakheti. Pernottamento a Telavi.

4° giorno - : Telavi - Kurdgelauri - Tsinandali - Chumlaki - Sighnaghi - Tbilisi (190 km)

Dopo la prima colazione breve passeggiata al centro di Telavi. Visita al colorito mercato dove i contadini vendono prodotti coltivati da loro. Si prosegue con la visita dell’impresa di “Tsivis Kveli” per assaggiare i una vasta gamma di formaggi fatti con il metodo tradizionale, tra di loro “Suluguni”. In seguito partenza per la visita di Tsinandali, la residenza dei duchi di Georgia, con un bellissimo giardino all’inglese, un museo e la cantina di vini che appartenne al principe Chavchavadze, poeta e personaggio pubblico nel XIX secolo. Pranzo con ceremoniale in cui il Tamada, capo simbolico della tavola invita gli ospiti ai vari brindisi proposti, secondo un rituale antichissimo. Masterclass culinario per far conoscere i dolci tipici georgiani – il Felamushi (il mosto dolce dell’uva) e il Churchkhela (le noci in mosto d’uva). Si prosegue per la città fortificata di Sighnaghi (XVIII secolo). La città conservò la sua immagine originale, ed offre ai visitatori panorami mozzafiati delle circostanti montagne del Caucaso. Al termine delle visite rientro a Tbilisi. Cena libera. Pernottamento in hotel a Tbilisi.

5° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Sachkhere - Monastero di Mgvimevi - Kutaisi (170 km)

Dopo la prima colazione, partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Partenza per Sachkhere. Pranzo presso una famiglia locale. In seguito visita del monastero di Mghvimevi (XII sec.) un complesso scavato nella roccia della montagna. Proseguimento con una sosta fotografica alla colonna di Katskhi, una chiesa edificata sopra un pilastro di oltre 40 m di altezza. Al termine delle visite cena e pernottamento a Kutaisi.

6° giorno - Kutaisi - Gelati - Zugdidi - Becho (260 km)

Colazione in hotel. Kutaisi è una città antichissima che ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della Georgia, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. In mattinata partenza per la visita del Monastero di Gelati (Patrimonio dell’Umanita UNESCO), fondato dal re Davit il Ricostruttore nel XII sec. come centro della cultura cristiana e accademia neoplatonica. Gli interni della Cattedrale della Vergine sono tra i più sgargianti e colorati di tutte le chiese georgiane. In seguito partenza per il selvaggio e misterioso Svaneti, regione di montagne e ghiacciai perenni e di antiche tradizioni immutate. Il simbolo della regione sono i pittoreschi villaggi con le tipiche torri difensive in pietra, progettate per proteggerne gli abitanti in caso d’invasioni e guerre. Sosta alla diga di Enguri, centrale elettrica più grande del Caucaso. Arrivo a Becho, pernottamento e cena in guesthouse.

7° giorno - Becho - Ushguli - Mestia (100 km)

Dopo la prima colazione, partenza in mezzi 4×4 per esplorare lo Svaneti e visitare Ushguli, villaggio estremamente pittoresco ai piedi del massiccio monte Shkhara, che lo domina con i suoi 5086 metri d’altezza. Costruito all’altezza di 2200 mt sul livello del mare, Ushguli rappresenta il centro permanentemente abitato più alto in Europa e uno dei luoghi più straordinari della Georgia. Le numerose torri medioevali sono situate sullo sfondo di prati alpini, su cui troneggia il picco ghiacciato del monte Shkhara. Isolata, sorge la bellissima chiesa di Lamaria, del XII secolo. Lungo il tragitto sosteremo per visitare remoti villaggi e chiesine con affreschi antichi. Nel pomeriggio ritorno a Mestia. Cena e pernottamento in guesthouse a Mestia.

8° giorno - Mestia - Grotta di Prometeo - Bagrati - Kutaisi (270 km)

Colazione il albergo. La mattina visita al museo Etnografico di Mestia. Si parte per Kutaisi, tempo a disposizione per visitare il centro storico della città ed il colorato mercato giornaliero, ricchissimo di merci e prodotti alimentari tipici della zona. Tempo a disposizione per visitare la cattedrale di Bagrati. Si prosegue con la visita della grotta carsica di Prometeo con fiume sotterraneo navigabile. Cena presso una famiglia locale. Cena e pernottamento in guesthouse a Kutaisi.

9° giorno - Kutaisi - Gori - Uplistsikhe - Tbilisi (270 km)

Dopo la prima colazione, partenza per Gori, cuore della regione di Kartli e la città natale di Stalin. Proseguimento per Uplistsikhe, la più antica città rupestre esistente in Georgia, fondata nel I millennio a. C. lungo un ramo della Via della Seta. Si cammina lungo le strade antiche, tra palazzi reali, templi pagani e chiese cristiane. Si può osservare un teatro scavato nella roccia e il banco di una farmacia. Di seguito si raggiungerà Gori, con sosta fotografica al Museo dedicato a Stalin. Al termine delle visite arrivo a Tbilisi. Cena d’arrivederci in ristorante tradizionale.  Pernottamento in albergo a Tbilisi.

10° giorno - Partenza

Trasferimento all’aeroporto di Tbilisi. Volo di rientro.

GEORGIA - LA TERRA DEL VELLO D'ORO

8 giorni / 7 notti

La Georgia è un sorprendente miscuglio di culture, religioni, paesaggi mozzafiato e storia antica che possiede anche un'attrattiva meno nota: una popolazione orgogliosa, allegra e ospitale. I visitatori saranno positivamente impressionati dalla sorprendente ospitalità Georgiana, unitamente alla qualità dell’eno – gastronomia locale. Venite a scoprire questo piccolo grande paese che sicuramente vi affascinerà.

1° giorno - Partenza per Kutaisi (30 km)

Partenza per Kutaisi. Arrivo in aeroporto internazionale di Kutaisi. Disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento a Kutaisi. Visita della cattedrale di Bagrati. Passeggiata al centro storico e visita del mercato rionale. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno - Kutaisi - Gelati - Mtskheta - Tbilisi (260 km)

Colazione in hotel. Partenza per la visita del grande complesso monumentale di Gelati, Patrimonio dell’UNESCO. La visita risulta emozionante per il luogo, che sovrasta il panorama delle colline di Kutaisi, per la grande architettura medievale della Cattedrale, delle Chiese e dell’Accademia di Filosofia e per i magnifici affreschi e mosaici ancora ben conservati. In seguito partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Arrivo a Tbilisi. Cena e pernottamento a Tbilisi.

3° giorno - Tbilisi

Dopo colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metechi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Sinagoga, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

4° giorno - Tbilisi - Vardisubani - Alaverdi - Napareuli - Gremi - Nekresi - Tbilisi (290 km)

Dopo colazione, partenza per Kakheti, la regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Visita della bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni e fanno le giare di terracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori della vitivinicoltura. Visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. Proseguimento con la visita alla cantina locale a Napareuli, dove si può conoscere il metodo tradizionale di vinificazione in anfora e assaggiare il vino georgiano. Proseguimento per Gremi, fu la residenza reale ed una vivace città sulla Via della Seta. Dopo partenza per la visita del complesso monastico di Nekresi, un bell’esempio di antica architettura georgiana immerso in uno splendido bosco, da cui la vista spazia sulla valle e i vigneti sottostanti. Ritorno a Tbilisi. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

5° giorno - Tbilisi - Ananuri - Stepantsminda - Gergeti - Gudauri (190 km)

Dopo colazione partenza per i paesaggi bellissimi dei monti di Grande Caucaso lungo la Strada Militare Georgiana. Per la strada si visita il Complesso di Ananuri (XVII sec.), lungo il corso dei secoli, il castello fu teatro di numerose battaglie. Arrivo a Stepantsminda – situata in posizione spettacolare, dominata a ovest dalla cima innevata del Monte Kazbegi (5047 m), su cui si staglia la sagoma inconfondibile della chiesa di Gergeti. Da qui si parte per le valli magnifiche e boschi stupendi che ci conduce alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata all’altezza di 2170 m. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. In seguito visita dello studio d’arte per conoscere le tecniche di lavorazione artigianale del feltro e degustazione del tè con delle erbe aromatiche e marmellate fatte con le ricette tradizionali della zona. Cena e pernottamento a Gudauri.

6° giorno - Gudauri - Gori - Uplistshikhe - Akhaltsikhe (270 km)

Dopo colazione partenza in direzione di Gori, luogo di nascita di Josef Stalin. Breve sosta fotografica al Museo di Stalin. Si prosegue per Uplistsikhe, la più antica città rupestre esistente in Georgia, fondata nel I millennio a. C. lungo un ramo della Via della Seta. Si cammina lungo le strade antiche, tra palazzi reali, templi pagani e chiese cristiane. Si prosegue verso sud per l’esplorare la provincia di Samtskhe-Javakheti e le sue attrattive più importanti. É una regione di splendidi panorami, dalle foreste alpine alle pianure erbose, e di molteplici spunti d’interesse culturali. Arrivo ad Akhaltsikhe. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in albergo ad Akhaltsikhe.

7° giorno - Akhaltsikhe - Khertvisi - Vardzia - Borjomi - Kutaisi (220 km)

Dopo colazione si parte per la visita della città rupestre di Vardzia (XII sec), che ha avuto un ruolo significativo nella vita politica, culturale, educativa e spirituale georgiana. È un insediamento rupestre fatto scavare attorno al 1180 da Tamar, la grande regina figlia di Giorgio III che sul posto aveva fatto costruire una fortificazione. La città si espanse fino ad ospitare cinquantamila abitanti, conta centoventi abitazioni costituite da oltre quattrocento ambienti ben identificabili, oltre a una decina di chiese. Sopravvive l’interno della Chiesa dell’Assunzione, affrescata intorno al 1185. Lungo la via per Vardzia facciamo una breve sosta alla fortezza di Khertvisi (X sec.) Breve sosta a Borjomi, il famoso centro termale ai piedi del parco nazionale per gustare scintillanti acque minerali direttamente dalle sorgenti.  Proseguimento verso ovest. Arrivo a Kutaisi. Cena e pernottamento in albergo.

8° giorno - Kutaisi - Partenza (80 km)

Trasferimento all’aeroporto di Kutaisi e partenza per Italia.

AZERBAIGIAN & GEORGIA ALLA SCOPERTA DEL CAUCASO

10 giorni / 9 notti

Questo viaggio vi porta in un territorio di passaggio tra le culture europee e quelle asiatiche e vi fa sentire lo spirito del Caucaso, il suo calore e l'ospitalità. Durante il viaggio avrete la possibilità di visitare i luoghi più interessanti dell’Azerbaigian e della Georgia, sia siti archeologici, castelli, torri, chiese, monasteri sia le altre testimonianze di una lunga storia e di una cultura indimenticabile.

1° giorno - Partenza per Baku

Partenza con il volo di linea per Baku. Arrivo a Baku. Disbrigo delle formalità doganali, accoglienza e trasferimento in albergo. Pernottamento in hotel a Baku.

2° giorno - Baku - Asbheron - Baku (30 km)

Colazione in hotel. La visita guidata della città inizierà dal Viale Dei Martiri, un punto particolarmente panoramico sulla splendida baia di Baku. Arrivo nella città vecchia e visita di diversi monumenti storici: caravanserragli, i resti della chiesa Santo Bartolomeo, il vecchio hammām, la famosa Torre della Vergine, antiche moschee ed infine il Palazzo dei Shirvanshah. Pranzo in ristorante all’interno delle mura della città vecchia. Percorrendo la penisola di Absheron, dove sono visibili gli scheletri delle vecchie installazioni petrolifere ed alcuni castelli medievali, si raggiunge il Tempio di Atashgah, conosciuto come Tempio culto dell’antica religione di Zoroastro nel villaggio di Surakhani. Si parte per Yanardagh – Montagna che si brucia e che si considera una delle bellezze naturali dell’Azerbaigian. Il posto si trova in un’area satura di gas naturale dove le fiamme si generano spontaneamente dal terreno. Rientro a Baku. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel a Baku.

3° giorno - Baku - Gobustan - Baku (120 km)

Dopo la prima colazione partenza per l’escursione a Gobustan, in cui si trova un sorprendente sito con numerose incisioni rupestri del periodo neolitico, dove si possono ammirare più di 4.000 iscrizioni che risalgono a oltre 12.000 anni fa, con alcuni graffiti latini del I secolo d.C., e pitture rupestri che ritraggono uomini e donne impegnati nella caccia o in danze rituali. Proseguimento verso la zona dei “Vulcani Di Fango”, che è una delle bellezze naturali dell’Azerbaijan. In quell’area sono presenti più di 100 vulcani di diverse altezze, il che dà alla zona un aspetto lunare. Pranzo in ristorante.  Rientro a Baku. Visita del Museo dei tappeti. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

4° giorno - Baku - Shamakha - Shakì (300 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per Sheki, una delle città più importanti lungo la Via della Seta. Lungo la strada, sosta al villaggio di Mereze per la visita del mausoleo di Diri Baba, un sufi il cui corpo, sepolto qui nel 1402, rimase miracolosamente intatto. Il santuario fu costruito sfruttando una caverna naturale in un costone e nel corso dei secoli è diventato meta di pellegrini; In seguito visita della chiesa ortodossa di Nij nella città di Gabala.  La sera arrivo a Sheki. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

5° giorno - Sheki - Lagodekhi (Ingresso in Georgia) - Gremi - Telavi (240 km)

Dopo la prima colazione visita della città di Sheki. Trasferimento nel vicino villaggio di Kish dove si trova una importante chiesa paleocristiana, costruita tra il I° ed il V° secolo d.C. quando il Cristianesimo si diffuse nella regione, che all’epoca era conosciuta come Albania Caucasica. Pomeriggio dedicato alla visita guidata del bellissimo Palazzo del Khan con le sue particolari decorazioni. Completeranno la visita la Casa degli artigiani di Sheki, ed il Caravanserraglio. Pranzo in ristorante. Partenza per il confine tra Georgia e Azerbaijan di Lagodekhi. Dopo il disbrigo delle formalità doganali, cambio della guida e dei mezzi di trasporto. Proseguimento per la Regione di Kakheti, regione vinicola della Georgia, che è associata al buon vino e ad una eccezionale ospitalità. Proseguimento per Gremi, fu la residenza reale ed una vivace città sulla Via della Seta. Arrivo a Telavi. Cena e pernottamento in albergo a Telavi.

6° giorno - Telavi - Alaverdi - Vardisubani - Shalauri - Tbilisi (180 km)

Dopo la prima colazione, visita alla maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. Il monastero fu fondato da Joseb Alaverdi, uno dei Tredici Padri Siriani, che venne da Antiochia. In seguito visitiamo la bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni e fanno le giare di terracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori della vitivinicoltura. Pranzo presso la famiglia locale nel villaggio di Shalauri con degustazione di formaggi e i piatti tipici della zona. Arrivo a Tbilisi. Cena in un ristirante. Pernottamento in hotel a Tbilisi.

7° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Sinagoga, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia. Dopo il pranzo passeggiata lungo il Corso Rustaveli – viale realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII sec. – Shota Rustaveli. Cena in ristorante con lo spettacolo folcloristico. Pernottamento in hotel.

8° giorno - Tbilisi - Mtskheta - Gori - Uplistsikhe - Gudauri (280 km)

Dopo la prima colazione, partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetiskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo. Entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Partenza per Gori – la città natale di Stalin. Breve sosta fotografica al Museo a lui dedicato. Si prosegue verso ovest per raggiungere la suggestiva città rupestre di Uplistsikhe, nei pressi di Gori, uno degli insediamenti più antichi del Caucaso. Fondata alla fine dell’Età del Bronzo e fu uno dei principali centri politici e religiosi del Kartli precristiano, con templi dedicati soprattutto alla dea del sole. Proseguimento per la Grande Strada Militare Georgiana. Arrivo in serata a Gudauri (2.200 m), la principale località sciistica della Georgia. Cena e pernottamento in albergo a Gudauri.

9° giorno - Gudauri - Stepantsminda - Ananuri - Tbilisi (190 km)

Dopo la prima colazione partenza per Kazbegi. Arrivo a Stepantsminda, da qui si parte in 4×4 per le valli magnifiche e boschi stupendi che ci conduce alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata all’altezza di 2170 m. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. Se il tempo lo permette, si può dare un’occhiata ad uno dei ghiacciai più alti del Caucaso, il monte Kazbegi (5047 m). Pranzo in ristorante. Lungo il percorso sosta per la visita dello splendido complesso fortificato di Ananuri (XVII sec.). Al termine delle visite rientro a Tbilisi. Cena presso la famiglia locale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

10° giorno - Partenza

Colazione in hotel. Trasferimento all’aeroporto di Tbilisi. Partenza per Italia.

GEORGIA, Esperienza in fuoristrada 4x4

11 giorni / 10 notti

Un'avventura irripetibile nel cuore profondo delle montagne del Caucaso. In Georgia, fra i 2.000 e i 3.500 metri, dove rivelano tranquillità bucolica e sacralità delle tradizioni locali, villaggi sperduti vecchi di secoli e antiche, particolarissime case-torri uniche al mondo nel loro genere. Nelle montagne vedrete volare aquile e grifoni e incontrerete popolazioni che vivono ancora al contatto con la natura più selvaggia dove tradizione e ospitalità georgiani trovano la loro massima espressione. Un itinerario incredibile che permette di visitare i luoghi storici, archeologici e paesaggistici più importanti della Georgia, oltre a valorizzare ambienti naturali inediti, per vivere esperienze al di fuori dal turismo convenzionale. Il percorso si svolge principalmente su strade asfaltate, con tratti sterrati a bordo di mezzi fuoristrada 4x4 per garantire un particolare comfort nei trasporti.

1° giorno - Malpensa - Kutaisi - Tskaltubo

Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa per Kutaisi con il volo di linea Wizzair. Arrivo all’aeroporto internazionale di Kutaisi. Trasferimento in albergo con guida parlante lingua italiana e sistemazione in hotel. Pernottamento in hotel Tskaltubo Spa Resort.

2° giorno - Tskaltubo - Gelati - Mestia (270 km)

Colazione in hotel. Visita del complesso monastico di Gelati e del monastero di Motsameta. Rientro a Kutaisi. Breve visita del mercato rionale. Partenza verso nord per il selvaggio e misterioso Svaneti. Pranzo in ristorante tradizionale a Zugdidi. Arrivo a Mestia. Sistemazione in hotel.  Visita della cittadina e del Museo familiare “Casa-Torre”. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno - Mestia - Ushguli (50 km)

Colazione in hotel. Visita del Museo etnografico di Mestia. Partenza per raggiungere il pittoresco e suggestivo villaggio di Ushguli (2.100 m), che sorge sulle propaggini più elevate della Valle dell’Enguri, ai piedi del massiccio innevato del Monte Shkara (5.068 m) la vetta più elevata della Georgia e la terza più alta della catena del Caucaso.  Pranzo in ristorante locale a Ushguli.  Visita di Ushguli. Si cammina nei dintorni per esplorare le oltre 20 torri di guardia, costruite nel corso dei secoli, a difesa della zona e visita Chiesa di Lamaria (XII secolo). Partecipazione al master class per la preparazione del tipico piatto della zona “Kubdari” (la focaccia ripiena di carne). Cena e pernottamento in guest house a Ushguli.

4° giorno - Ushguli - Passo di Zagaro - Lentekhi - Tsageri - Tskaltubo (170 km)

Colazione in guesthouse. Si percorre la strada attraversando il Passo di Zagaro (2623 m) verso la piccola città di Lentekhi. I paesaggi sono magnifici, sempre immersi nelle montagne coperte di prati o di foreste di abeti. Incontriamo un paio di villaggi che sembrano abbandonati, poi scendendo altri piccoli gruppi di case ed infine Lentheki. Pranzo al sacco lungo il percorso e proseguimento verso Tskaltubo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento in hotel a Tskaltubo.

5° giorno - Tskaltubo - Gori - Uplistsikhe - Mtskheta - Tbilisi (280 km)

Colazione in hotel. Partenza per la città di Gori. Breve sosta al Museo di Stalin. In seguito visita della città rupestre di Uplistsikhe, un antichissimo insediamento del Caucaso risalente al I millennio a.C. Pranzo presso la cantina locale nel villaggio di Ateni. Partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia. Visita della Chiesa di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo. Cena e pernottamento in hotel a Tbilisi.

6° giorno - Tbilisi

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Si visiteranno le attrattive più importanti della città: chiesa di Metechi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.), una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). In seguito visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, realizzato nel XIX secolo, cuore cittadino, che prese il nome dal grande poeta georgiano del XII secolo – Shota Rustaveli. Cena al ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

7° giorno - Tbilisi - Dedoplistskaro - Takhti Tefa - Dalis Mta (300 Km)

Colazione in hotel. Partenza per Dedoplistskaro. Arrivo al centro visitatori del Parco di Vashlovani. Le formalità di ingresso e controllo dei permessi. Pranzo al sacco lungo il percorso visita di Takhti Tepha, i vulcani di fango.  Arrivo alla riseva di Dali. Sistemazione in hotel.  Cena e pernottamento in guesthouse.

8° giorno - Dalis Mta - Vashlovani centrale - Tbilisi (180 Km)

Colazione in hotel. In mattinata Partenza per la visita del parco di Vashlovani che situata al Est della Georgia. Il parco e famoso per i suoi paesaggi unici, I punti panoramici sulle sommità dei rilievi che aprono i scenari sconfinati. Il parcho ha un paesaggio desertico splendido e una vegetazione semi-desertica di steppa e graziose foreste. Pranzo al sacco lungo il percorso e partenza per Tbilisi. Cena e pernottamento in guesthouse.

9° giorno - Tbilisi - Manglisi - Tsalka - Lago di Paravani - Poka - Ninotsminda - Vardzia (240 Km)

Colazione in hotel. Tempo a disposizione per girare in città. Partenza in direzione sud attraverso l’altopiano di Javakheti di origine vulcanica. La strada è molto panoramica e attraversa paesaggi di praterie punteggiate da laghi blu e montagne brulle. Brevi soste fotografiche al lago di Paravani, al monastero di Poka, al lago Saghamo. Visita del villaggio di Gorelovka, un angolo della Santa Russia abitato della minoranza dei Dukhabori. Arrivo a Vardzia. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel a Vardzia.

10° giorno - Vardzia - Khertvisi - Passo di Zekari - Tskaltubo (195 Km)

Colazione in hotel. Partenza per la visita della città rupestre di Vardzia (XII sec), che ha avuto un ruolo significativo nella vita politica, culturale, educativa e spirituale georgiana. Pranzo in un agriturismo. Lungo il percorso sosta alla fortezza di Khertvisi. Si viaggia attraverso il passo di Zekari (2180m.) in mezzo ad un verdissimo paesaggio osservando la catena montuosa del Caucaso Minore. Arrivo Tskaltubo. Sistemazione in hotel e riposo. Cena e pernottamento in hotel a Tskaltubo.

11° giorno - Tskaltubo - Kutaisi - Malpensa (70 Km)

Colazione in hotel. Partenza per Kutaisi, zona abitata da 4000 anni, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. Passeggiata al centro storico e visita del mercato locale. Pranzo in ristorante locale. Trasferimento all’aeroporto di Kutaisi. Partenza per Italia con il volo di linea Wizzair.

MIMINO.TRAVEL Operated by L.L.C Lucky Way Group ©2022. All Right Reserved